COME RAGGIUNGERCI

  • Direttamente dall’Italia le compagnie low cost: www.wizzair.com, e ryanair

  • Venezia express, diretto da Venezia

  • da Tarvisio si va verso Graz-Klagenfurt, a Hegyeshalom si passa il confine ungherese, si prende la statale 8 per Várpalota-Veszprém e poi a Székesfehérvár l’autostrada M7 per Budapest. Oppure passate per la Slovenia, Maribor, e direttamente in Ungheria per il confine a Lenti, da dove prendete l’autostrada M7 fino a Budapest. L’autostrada è a pagamento, dovete munirvi della ’vignetta’ prima di iniziare il percorso. I parcheggi in città sono a pagamento, con monete, dalle 8-20.00 generalmente, le multe scattano subito. Conviene mettere la macchina in parcheggio custodito per evitare i furti che nel caso di targhe straniere accadono purtroppo spesso.

ALLOGGIO A BUDAPEST

Budapest è una città grande e offre tanti tipi di alloggio, in tutte le fascie economiche, in tutti i suoi distretti. Se volete stare al centro per poter uscire anche la notte comodamente ci consiglio di cercare alloggio al 5., 6.,7. e 8. distretto vicino alla piccola circonvallazione, ma in ogni caso all’interno della grande (’körút’). Se cercate il silenzio, la tranquillità, allora andate a Buda, o al castello, o al 1. distretto vicino al ponte Margherita e delle Catene. Se volete combinare vacanze e terme, andate in uno degli alberghi termali della catena Danubius all’isola Margherita o accanto.

  • Vi propongo il sito degli amici miei che si occupano dell'affitto di appartamenti privati al centro di Budapest: ”Siamo una coppia italo-ungherese, e il nostro scopo e farVi sentire a proprio agio! I nostri appartamenti a Budapest sono ben equipaggiati di diverse grandezze, nel cuore di Budapest, che corrispondono alle varie esigenze dei nostri ospiti che possono alloggiare a Budapest per breve o lungo termine, i quali vengono a Budapest per motivi turistici, affaristici o per trattamenti dentali a Budapest.”
    www.hospitalityinbudapest.com

  • Questo ostello è di altri amici, ed è situato al cuore della città, nella movimentata via Ráday, piena di ristoranti, locali, bar, e perciò molto amata dai giovani.
    www.casahostel.com

    • Palazzo New York – Boscolo*****

      Per voi italiani è un grande orgoglio visto che questo palazzo storico meraviglioso è gestito dal gruppo Boscolo. Fate la colazione, cenate o pranzate nel suo caffé storico congedendovi un po’ di lusso.

    • Hotel Zara Continental****superior

      Un albergo bellissimo, nuovo, nel cuore di Budapest che crea armonia totale tra antico e moderno in un ambiente speciale e piacevole. Provvisto di un centro wellness moderno, potete perfino godere il panorama unico della citta dalla vasca del tetto nuotando all’aperto. Dispone di un eccellente ristorante, dove a parte la colazione squisita e abbondante vale la pena passare anche una cena tranquilla al lume di candela.

    • L’hotel Palazzo Zichy****

      è stato eletto il 4. albergo migliore del mondo in relazione qualità/prezzo. L’hotel si trova in centro, in un palazzo storico ristrutturato con molto gusto. Una scelta eccellente.

    • Ibis centrum***

      si trova al centro, alla pza Calvinista, nella via pedonale Ráday, vicino a via Váci, mercato coperto, terme.

GASTRONOMIA UNGHERESE

  • La cucina ungherese è riconosciuta nella gastronomia mondiale. È molto caratteristica e varia nei sapori e negli ingredienti. Devo subito sottolineare che non è nè grassa nè piccante, anche se usiamo molte spezie. La paprika è la base dei piatti più famosi (gulyás e pörkölt), ma non si usa sempre assolutamente. In questi casi per preparare il soffritto di base usiamo la paprika dolce (’csemege’) in polvere e per condire il piatto pronto ognuno può aggiungere a piacere della paprika piccante (’csípős’). Altre spezie che usiamo spesso sono il pepe, il dragoncello, la maggioranna, il rosmarino, il prezzemolo e l’aglio. Ma vediamo, come mangiano gli ungheresi, ricordando il vecchio detto nostrano: ’Fa’ colazione da re, pranza da borghese e cena da mendicante!’:

  • Abbondante, anche se nella vita quotidiana accelerata stiamo perdendo questa buona abitudine. Mangiamo pane, affettati, prosciutto, salame, uova, pomodoro, peperone, wurstel, muesli, yogurt, frutta, insomma, qualsiasi cosa di questi, ma sopratutto salato e abbondante. Da bere, caffé, té, latte, cacao, succhi di frutta.

  • Primo piatto: zuppa

    Sarà il clima, che l’inverno è freddo e spesso umido, ma nei paesi di Europa centrale e settentrionale si mangia molta zuppa, brodi. C’è una varietà infinita, come in Italia di pasta. La più famosa è la gulyás, piatto tipico dei pastori ungheresi, a base di paprika, carne di manzo, verdure (carota, radici, patate..) e gnocchetti. Molto buona è la zuppa di pesce sempre a base di paprika, di carpa e pescegatto. Ci sono dei brodi leggeri di pollo, manzo, maiale o altro con verdure (senza paprika) e pasta corta, e non dimentichiamo la squisita zuppa di selvaggina con dragoncello. E poi ci sono anche delle minestre di crema di verdura, leggere e raffinate, per l’estate. Spesso la zuppa è un piatto unico accompagnato con pane, dopodiché si mangia solo un dolce.

    Secondo piatto:

    Il più tipico è la carne – pollo, tacchino, manzo, maiale, ma anche anatra, oca, selvaggina – con un contorno di patate e riso e verdure sottaceto. Spesso mettiamo dei sughi o salse sulla carne, raramente è semplice sulla griglia, mentre i sughi possono contenere diverse verdure e spezie. Un piatto tipico e il ’pörkölt’ (spezzatino) che è fatto di cubetti di carne cotti nel proprio liquido su un soffritto a base di paprika, accompagnato da ’nokedli’ (gnocchetti di farina) e verdure sottaceto. Ci sono molti altri piatti da provare, come i crauti ripieni o il peperone ripieno con salsa di pomodoro, il cavolfiore al forno, lo stinco, il filetto ecc. Se pesce, mangiamo ovviamente pesce d’acqua dolce, come trota, pescegatto, lucioperca, carpa, salmone. In molti ristoranti trovate però anche del pesce di mare. Non siamo proprio vegetariani, nei ristoranti classici i vegetariani possono mangare funghi e verdure fritte con riso e maionese, o formaggio alla griglia con insalata.

    Dolce:

    Amiamo i dolci e ne mangiamo molto. Nei ristoranti potete provare la ’palacsinta’ (crépes), i gusti più frequenti sono al cacao, alla marmellata, alla ricotta dolce e la più speciale e alla ’gundel’, cioè con noci dentro e cioccolato fuso sopra. Una bomba e lo ’somlói galuska’ fatto di pan di spagna, vaniglia, uvetta, panna e cioccolato, decisamente il re dei dolci. Provate poi lo strudel, di ricotta, semi di papavero, amarena, mela ecc, o la coppa di castagne con panna. Nelle pasticcerie potete provare tante torte buone, tra cui alcune famose: dobos, eszterházy, rákóczi túrós, krémes.

    Antipasto:

    È una nuova abitudine prendere l’antipasto, ma alcuni tipici sono la bistecca alla tartara (carne cruda marinata in spezie e spalmata sul tostato), fegato d’oca (un lusso), crema di melanzana, formaggio e altro su pan tostato, formaggio sulla griglia con verdure.

  • La vinicultura sta finalmente rinascendo in Ungheria con le sue 22 regioni vinicole. Il clima e il tipo di terreno rendono possibile soprattutto la coltivazione di uva bianca, così la produzione di vino bianco è più rilevante di quella di rosso. Le regioni più rinomate sono: Etyek-Buda, Villány, Szekszárd, Tokaj, Eger, Badacsony, Somló. I tipi di uva tipici sono: bianco indigeno: cserszegi fűszeres, irsai olivér, furmint, hárslevelű, juhfark, kéknyelű, leányka; rosso indigeno: kékfrankos, kadarka; bianco non indigeno: chardonnay, cabernet blanc, veltellini, pinot grigio, muller-thurgau, muscat..; rosso non indigeno: cabernet sauvignon cabernet franc, merlot, zweigelt, shiraz, portugieser, pinot noir..; e il famoso passito di Tokaj. Provate anche la ’pálinka’, grappa/acquavite di frutta, più tipica di pesca, pera e prugna.

  • Buda

    • Trattoria Városfal:

      Piatti ungheresi e internazionali, ottimi vini, tutto in una trattoria con cortile al cuore di Buda. Prezzi buoni, c’é la possibilità di scegliere 2 piatti da un menu specifico pagando solo 1500ft/5€, o 3 piatti per 1800ft/6€. Cucina buona, facile da raggiungere, in un bell’ambiente, d’inverno ha una pista di pattinaggio coperto, d’estate un cortile aperto.
      www.varosfal.hu

    • Dunai matróz kocsma:

      Questa trattoria-birreria del ’marinaio’ si trova sul lungodanubio di Buda, fanno un’ottima cucina ungherese a prezzi buoni, birre grandi, l’atmosfera e da marinai, semplice, simpatica.www.matrozkocsma.hu

    • Horgásztanya vendéglő:

      Ristorante specializzato sul pesce (di fiume!) e da cucina ungherese tipica. Vale la pena provare la zuppa di pesce misto, la trota o il lucioperca. Per i non amanti del pesce offrono molti piatti di volatili, manzo, maiale o selvaggina.

      o Pest
      • Borlabor:

        Ristorante eccellente, bell’ambiente, cucina ungherese e internazionale a un prezzo buonissimo, camerieri gentilissimi, anzi, parlanti italiano e il menu e tradotto anche in italiano. Il ristorante si trova nel cuore della citta, all’altezza del ponte Elisabetta, in via Veres Pálné che e una parallela di via Váci. Prenotazione consigliata, sopratutto per cena e per i fine settimana.
        www.borlaboretterem.hu

      • Bohémia:

        Questo ristorante si trova nella popolarissima, movimentata piazza Liszt, vicino a Oktogon e il viale Andrássy. Con il bel tempo apre la terrazza e si puo passare tutta la serata all’aperto. La cucina e buona, l’atmosfera e garantita e i prezzi sono buoni. Prenotazione consigliata sopratutto per cena e per i fine settimana.http://www.bohemiaetterem.com/english/index.php

      • Don Leone:

        Qui potete degustare sia piatti tipici che trovare i sapori internazionali, sopratutto, della cucina italiana al centro Pest in una bella piazzetta. L’ambiente, la gentilezza del proprietario e dei camerieri e la bravura dello chef sono una garanzia. donleone.hu

      • Szlovák söröző:

        Questa trattoria si trova vicino alla piazza Nyugati, e facilissimo raggiungerla con il metro 3, i tram 4 e 6 oppure a piedi. La cucina e ungherese, con piatti abbondanti e prezzi modici. www.eszemiszom.hu

      • Pozsonyi Kisvendéglő:

        Trattoria sul lungodanubio di Pest, vicino al ponte Margherita (Radnóti Miklós utca 38). Cucina ungherese tipica, ambiente semplice, menu in italiano, prezzi modici.

      • Robinson:

        Un ristorante romantico sul laghetto del Parco Municipale, con cucina ungherese e internazionale in un ambiente bellissimo.
        www.robinsonrestaurant.hu

      • Gundel:

        Questo ristorante e il piú famoso e rinomato di Budapest, storico, elegante, raffinato e certamente caro, ma vale la pena.
        www.gundel.hu

La moneta ufficiale e il fiorino, in ungherese: forint, HUF. Ci sono monete da 5, 10, 20, 50, 100 e 200 (quest ultimo vale cc. 80 centesimi) e banconote da 500 (1,6€), 1000 (3€), 2000 (7€), 5000 (17€), 10.000 (33€) e 20.000 (70€).

Cambiate perché conviene pagare sempre con i fiorini e non con l’euro, che visto che non è la moneta ufficiale anche se si accetta spesso il cambio è svantaggiato. Non cambiate mai in aeoporto e in albergo, hanno rate bassissime! Ci sono cambi ufficiali ’Change’ per la città aperti tutti i giorni normalmente dalle 9 fino alle 18.00, ma in centro intorno a via Váci anche la sera. Potete intoltre cambiare in banca o prelevare i soldi dai bancomat. Se alla fine avanzano dei fiorini, li potete ricambiare in euro. Prima di partire controllate la rata di cambio attuale a: www.mnb.hu

Info: http://bkv.hu/en/

  • Metro:

    Ci sono 3 linee che funzionano fino cc. alle 23.00. La linea 1 gialla e la piú antica del continente europeo, parte dalla piazza Vörösmarty dal centro e passa sotto il viale Andrássy per arrivare in Piazza degli Eroi (Hősök tere), al Parco Municipale e alle terme Széchenyi (Széchenyi fürdő). La linea 2 rossa collega Buda e Pest, serve per andare al Parlamento. La linea 3 blu collega Nord Pest con Sud. Le tre si incrociano a Deák Tér.

  • Tram:

    Ci sono alcune linee che vale la pena di provare. La linea 2 fa il lungodanubio di Pest, la linea 19 e 41 passa su quello di Buda. Poi ci sono il 4 e il 6 che percorrono la bellissima circonvallazione (körút). La linea 6 è attiva anche di notte, passa ogni 10/15 minuti. Con il 47 e 49 potete arrivare alle terme Gellért da Deák tér.

  • Bus:

    Quelli che più servono ai turisti sono quelli che attraversano il ponte Elisabetta e vanno verso Keleti Pályaudvar (stazione dell’est) dove si trovano molti alberghi: 7 e 173 (nero e rosso). Per salire alla Cittadella prendete da Móricz Zsigmond körtér il 27, per salire al Castello di Buda il 16 da Deák tér o 16A da Moszkva tér.

  • Treno suburbano:

    Hév, verde e bianco, serve per andare a Szentendre e a Gödöllő. Oltre il biglietto normale bisogna pagare un supplemento oltre i confini di Budapest.

  • Treno:

    Per andare al Balaton o altrove, o dall’aeroporto in centro potete controllare orari, prezzi e stazioni qui: http://www.mav-start.hu/english/

  • Nave:

    Per andare all’Ansa del Danubio, a Szentendre o fare altre escursioni, info: mahart.info

  • Biglietti:

    Comprateli sempre! 1 singolo costa 350 huf (1,20 euro) ed e valido per una sola corsa, cosí ad ogni cambio di mezzo bisogna convalidare uno nuovo. Non conviene. Comprate piuttosto i biglietti turistici validi per 24 ore: 1650 huf (6 euro), o 72 ore: 4150 huf (14 euro). Oltre 2 persone conviene prendere il biglietti di gruppo, valido fino a 5 pax, per 24 ore, per tutti i mezzi, costa 3300 huf (12 euro). Sono tutti validi per tutti i mezzi entro i confini di Budapest, eccetto la funivia di Buda e la seggiovia. Il trasporto pubblico è gratuito per il bambini sotto l’età di 6 anni e ai cittadini comunitari sopra il 65 anni!

A Budapest i taxi non sono molto costosi, sopratutto quando ci si muove in centro tra un ristorante e l’albergo. Esistono delle compagnie ufficiali che lavorano con tariffe fisse e sono autorizzate, e ci sono putroppo anche delle ’iene’ che aspettano normalmente vicino agli alberghi, ristoranti e discoteche, nei posti più turistici, e che fanno pagare 2-3 volte di più della tariffa corretta. Per evitare l’inganno conviene chiamare al telefono una compagnia (al centralino parlano inglese, ogni tanto anche italiano), comunicare dove vi trovate esattamente (nome del ristorante/hotel ecc) e aspettare lí, normalmente arrivano in 5-10 minuti. Mai fermare uno per strada, a meno che non siate sicuri che non si tratti di una ’iena’. Alcune agenzie di riferimento:
Numero di taxi: FŐTAXI +36/1-222-22-22 CITYTAXI +36/1-211-11-11

Emergenza: 112

Qualche termine utile:

  • Utca /uzza/: via
  • Út: viale
  • Tér: piazza
  • Köszönöm: grazie
  • Jó napot: buongiorno
  • Jó estét /joeschteet/: buona sera
  • Viszlát /vislaat/: arrivederci
  • Szia /sia/: ciao
  • Számlát /saamlaat/: il conto
  • Étterem: ristorante
  • ABC: alimentari

Con gruppi superiori a 10 persone preferisco usare degli auricolari e il microfono. L’uso di questi apparecchi moderni favorisce molto non solo il mio lavoro (in quanto non devo gridare per farmi sentire e non perdo la voce), ma anche la comodità dei turisti durante la visita guidata (in quanto possono allontanarsi da me, fotografare, perché mi sentono sempre). I prezzi sono accessibili (circa 1 €/pax/giorno), per il noleggio e preventivo concreto chiedete in email.

Se siete religiosi e volete andare a messa anche durante le vostre vacanze, si celebra la messa in italiano ogni domenica mattina alle 10.00 nella chiesa di Santa Elisabetta a Buda, via Fő n.32. Potete contattare su Facebook la Comunità Cattolica Italiana in Ungheria.